The Talos Principle – In principio era la linea di codice

CaptureIl rapporto uomo-macchina, lo sviluppo di intelligenze artificiali senzienti, citazioni bibliche e pensieri filosofici profondi che fanno da colonne portanti per una trama decisamente complessa. Quella che potrebbe sembrare la ricetta perfetta per un libro fantascientifico è il presupposto a partire dal quale gli sviluppatori di The Talos Principle hanno deciso di costruire l’impianto narrativo di questa loro creazione. Le particolarità del titolo non si fermano solo all’inusualità della sua premessa narrativa, un’occhiata ai nomi degli sviluppatori del gioco sarà sufficiente a far alzare un sopracciglio ai giocatori più navigati. Continua a leggere

Uprooted – Perché a volte anche i libri per ragazze sono leggibili.

CaptureIn un mondo dove “Young Adult” è diventato sinonimo di triangolo amoroso, dove ragazze protagoniste di arene a base d’omicidio finiscono per diventare perfette casalinghe da America anni ’20 e dove trovare un’eroina proattiva che prenda decisioni indipendenti dai bei fusti che la circondano è più unico che raro, Uprooted di Naomi Novik arriva come un’oasi nel deserto.

Prima di analizzare perché questo libro sia così diverso dalla tipica letteratura per ragazze, però, è necessario fare delle doverose introduzioni.
Continua a leggere

Apotheon – Guerra all’olimpo

CaptureC’è qualcosa, nella mitologia greca, che cattura immediatamente l’attenzione di tutti coloro che sono cresciuti con la cultura mediterranea. Non solo sin dall’antichità quelle stesse divinità tanto care al popolo ellenico sono state riprese e utilizzate come base per il pantheon dell’Impero Romano, ma tutti noi “uomini moderni” siamo cresciuti imparando le gesta epiche dei loro antichi eroi, entusiasmandoci per l’ingegnoso Ulisse e il forzuto Eracle, scoprendo nelle divinità olimpiche tratti umani così vicini ai nostri e, perché no, simpatizzando per una divinità piuttosto che per l’altra.

Continua a leggere

Gundam Origini – OAV1 – Casval dagli occhi blu

CaptureVedere il mondo attraverso gli occhi del nemico, un espediente antico quanto la scrittura stessa utilizzato per creare empatia tra lo spettatore e le posizioni poco familiari dell’antagonista.
Proprio a questo espediente narrativo fa ricorso a piene mani Gundam Origin nella sua versione OAV, distaccandosi dall’originale visione del manga, che abbracciava uno spicchio narrativo più ampio, per concentrarsi solo sulle disavventure del giovane Casval Daikum, colui che conosceremo come il temibile Char Aznable e principale nemico di Amuro Ray nell’originale serie di Gundam 0079.
Continua a leggere

Homesick – Fiori nel cemento

CaptureEsplorare soffitte polverose o cantine umide e ammuffite, proiettare una flebile luce nel buio grazie a una torcia o camminare al centro di una stanza in rovina pienamente soleggiata.

Tutti quei giochi che, con una punta di sarcasmo, hanno iniziato a essere definiti come “walking simulator”, stanno vivendo un piccolo rinascimento, merito anche di case pronte a sperimentare e alterare la formula classica, rilasciando rappresentanti di genere interessanti e sperimentali, come The Stanley Parable, o titoli capaci di far leva sulla curiosità del giocatore per narrare una storia nascosta, intessuta nella trama del gioco stesso, come nel caso di Gone Home.

Continua a leggere

Life is Strange – L’avventura grafica ai tempi del selfie

Capture

Ormai è inutile negarlo, l’avventura grafica -o punta e clicca com’era noto il genere nei tempi passati- sta vivendo un periodo di risorgimento straordinario, complice la maturazione di una nuova generazione di videogiocatori che non ha avuto modo di conoscere le meraviglie dei giochi Sierra e Lucasart.

Sta di fatto che negli ultimi anni le case produttrici che hanno deciso di intraprendere la strada dell’avventura interattiva sono spuntate come funghi, dalla Telltale Games che con coraggio ha riaperto il sentiero già calcato dai giganti del passato, proseguendo con Quantic Dream, The Odd Gentlemen (autori del ritorno del mitico King’s Quest) e in questo caso di DONTNOD, sviluppatori dell’interessante ma problematico Remember Me.
Continua a leggere

Axiomatic – il mondo secondo Greg Egan

Capture

Prima di iniziare a parlare delle sue opere, è necessario fare un piccolo preambolo dedicato alla figura quasi mitologica di Greg Egan: australiano, matematico, programmatore, vegetariano e scrittore dell’hard science fiction più “hard” in tutto il panorama letterario.
Ma riassumere il personaggio in così poche parole non gli renderebbe giustizia, Egan è prima di tutto un mistero: non partecipa ai convegni sulla scrittura, non ritira i premi a lui dedicati e non mostra il suo volto, in nessuna occasione.
Continua a leggere